Test

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait

Archivio delle categorieRestauro

Restauro conservativo Graziella d’epoca

Dopo la nostra guida alle migliori 5 bici pieghevoli, in questi giorni nella ciclo officina ci siamo occupati di un restauro conservativa di una stupenda Graziella d’epoca.

La bici che ci è stata consegnata era veramente messa male. Aveva uno stato molto avanzato di ossidazione su tutti i cerchioni, i parafanghi e copricatena.

Pur di salvaguardare i pezzi orginali abbiamo lavorato sui componenti malandati asportando tutta la rugine e, purtroppo, anche le cromature, ma altre strade non erano percorribili.

Alla fine abbiamo ottenuto un bel risultato e rimesso in strada un bel esemplare di bici da passeggio urbano.

Qui di seguito potete osservare le foto del restauro

Se interessano i componenti utilizzati, potete acquistarli tramite Amazon:

OLMO: Recupero Bici | Avorio S | MezzadriCycles

Continua la pubblicazione delle bici recuperate e rimesse a nuovo con qualche piccola aggiunta tecnologica. Oggi vi proponiamo una vecchia bici marchiata dallo storica casa delle “OLMO”

Puro telaio italiano, avveniristico per la sua epoca, e troppo bello da lasciarlo in discarica. E allora ecco il nostro restauro, sobrio ed economico. Le uniche personaizzazioni, fatte ad hoc, sono i parafanghi e il copri catena in alluminio. Per il resto sono tutti componenti reperibili tramite Amazon.it

biciavoriopaolo-6137

Se state consultando la seguente pagina con un dispositivo Mobile, vi invitiamo a ruotarlo in orizontale, per una corretta visione. Grazie

  • Telaio OLMO (Originale)
  • Forcella in acciaio di serie al telaio
  • Freno Anteriore a Tamburo Sturmey Archer
  • Manubrio Vintage
  • Attacco manubrio in Alluminio e lucidato a mano
  • Manopole Brooks in pelle
  • Sella in Pelle
  • Cerchi Bici R 28 X 1 5/8 In Alluminio a 36 fori
  • Mozzo posteriore con freno a contropedale
  • Copertoni colorati per ruote da 28″
  • Guarnitura in Alluminio a 5 razze
  • Copricatena e parafanghi in acciaio, entrambi modellati  a mano
  • Catena Sunrace
  • Viteria e Minuteria di assemblaggio in acciaio inox
  • Manodopera artigianale

Restauro MTB

Come restaurare un vecchia bicicletta piena di affetti | di MezzadriCycles

Ci sono biciclette a cui siamo fortemente affezionati; da anni sono lì, ferme, a prendere polvere.

Per diversi motivi non abbiamo la forza di disfarcene. Vuoi perché raccontano ancora una parte della nostra adolescenza o vuoi perché ci è stata regalata da persone a noi care etc.. e comunque sono lì.

Purtroppo, con il passare del tempo e la scarsa manutenzione, le condizioni di queste bici per tornare su strada non sono più adeguate.

Quindi che fare, lasciarle al loro destino in soffitta o ad ossidarsi alla rastrelliera del palazzo, oppure portarle al ferro vecchio?

Razionalmente come cicloofficina siamo per il restauro e, se possibile, al cambio di destinazione, rendendola più fruibile alle proprie esigenze quotidiane.

Esempio positivo è stata questa nuova linea di restauro che abbiamo sponsorizzato e proposto nel chiosco a tutti quei clienti che ultimamente, in numero sempre più crescente, ci facevano richiesta di smaltimento, anche a titolo gratuito, di vecchi modelli MTB prodotti tra la fine degli anni ’80 e pieni anni ’90.

MTB anni 90

Come vedete qui sopra in foto la componentistica, i colori e le condizioni sono…. no fuori mercato, ma veramente inservibili e inguardabili, della serie: il gioco non vale la candela.

Ma se ci fermiamo a pensare in prospettiva di acquisto nuova bici, allora, perché non tenersi un cara e vecchia bici piena dei nostri ricordi affettivi?

La nostra idea di restauro è stata da subito questa: salvaguardare il massimo della meccanica, dal telaio in primis, togliendo quei fastidiosi colori PoP del periodo e adattarla alle esigenze urbane del cliente con componenti più moderni a attinenti al periodo.

Le foto che vedrete qui di seguito, testimoniano la nostra primissima riconversione che abbiamo realizzato, risultata da subito apprezzata dai nostri ciclisti.

Logicamente potete operare il seguente restauro comodamente a casa vostra, le difficoltà saranno proporzionate al numero dei componenti,  montati sulla bici, che volete recuperare, fra tutti, le ruote, ma su questo tema prima o poi ci faremo una bella guida.

Comunque, quando questa , non tanto bella, fucsia MTB c’è stata consegnata, la titolare ci disse: “con essa ho condiviso tutti i miei momenti più belli e spensierati dell’adolescenza, e vorrei continuare a tenerli vivi e farci crescere anche mia figlia.

Da qui, la scintilla del restayling a vocazione moderno.

Smontaggio dei raggi

Smontaggio dei raggi della vecchia bici

Smontaggio dei raggi

Smontaggio dei raggi dalla vecchia bici

Le condizioni del vecchio Telaio

Le condizioni del vecchio Telaio

1472927_408017565997036_1977205793_n

Le condizioni del vecchio Telaio

Rimozione degli adesivi e della vecchia colorazione

Rimozione degli adesivi e della vecchia colorazione

Rimozione degli adesivi e della vecchia colorazione

Rimozione degli adesivi e della vecchia colorazione

Per provedere alla nuova colorazione, bisogna eliminare tutte quelle parti superflue presenti sul telaio, soprattutto gli adesivi. Per fare questo si può utilizzare un termosoffiatore industriale, oppure un apposito spray per la rimozione colla. Eliminati tutti questi elementi si può procedere a levigare il tutto con carta abrasiva o paglietta, eliminando tutte le imperfezioni presenti.

Verniciatura del vecchio telaio

Verniciatura del vecchio telaio

Verniciatura del vecchio telaio

Verniciatura del vecchio telaio

Nell’attesa che tutto si fissi, si procede al recupero dei componenti. In precedenza abbiamo smontato la ruota perchè ci piace ridare quel tocco di luce ai componenti, soprattutto se vi sono ossidature in corso. Per togliere quella patina opaca, bisogna agire con carta abrasiva, paglietta, pasta abrasiva e procedere manualmente a lucidare i cerchi in alluminio, i raggi e i rispettivi mozzi.

Assemblaggio e centratura  della vecchia ruota

Assemblaggio e centratura della vecchia ruota

Assemblaggio e centratura  della vecchia ruota

Assemblaggio e centratura della vecchia ruota

C’è da considerare che queste vecchie MTB, di solito, hanno bei cerchi prestazionali, e quindi possiamo permetterci di optare un copertoncino moderno capace di resistere a qualsiasi buca o sampietrino dei centri urbani. La scelta non poteva che ricaduta sulle Big Ben Schwalbe con bordino grigio catarifrangente

Copertoncino Schwalbe Big Ben con riflettente

Copertoncino Schwalbe Big Ben con riflettente

Per quanto riguarda i freni, sella, ruota libera e guarnitura, abbiamo optato per il recupero. Tutti i componenti sono stati ripuliti e ben controllati.

Cassetta ruota libera

Cassetta ruota libera

PArticolari bici

PArticolari bici

Movimento centrale

Movimento centrale

In fine, per un uso più quotidiano e comodo, abbiao sostituito la piega sterzo con una più ergonomica e manegevole

Piega sterzo più comodo e per uso urbano

Piega sterzo più comodo e per uso urbano

Ed ecco il risultato finale del restauro moderno. Per terminare l’opera la clienta, nei giorni successivi al ritiro, ha sostituito la vecchia sella con una più pratica e conforfevole, acquistando una bella Brooks B66

Risultato finale del restauro

Risultato finale del restauro

Per concludere, le considerazioni da fare sono: il seguente restauro è un intervento radicale e di basso costo, quello che può incidere sul prezzo finale sono la manodopera e le condizioni del telaio.

L’unica pecca è il peso complessivo di tutta la bici, ma di facile aggiramento se si opta per una trasmissione con cambio esterno oppure interno come i mozzi sequenziali, sconsigliamo il mono rapporto, inoltre all’occorrenza la nuova bici si può equipaggiare di parafanghi, cestini e borse.

 

Se ritenete l’articolo di vostro gradimento e risulta interessante al vostro fine, Vi invitiamo a fare acquisti tramite i nostri link amazon. Questo ci permette di continuare a fare sempre meglio e condividere le nostre esperienze con tutti Voi. Grazie.